Curare la balbuzie, così come apprendere una nuova abilità, necessità di esercizio sistematico, continuo e di riscontro immediato, mirato ad orientare e guidare l’azione correttamente: è con questa idea che l’Istituto Santa Chiara pensa, già nel 2000, Balbus.

Come funziona Balbus?

Il balbuziente ha appreso nel corso del tempo una modalità di linguaggio che non gli facilita la comunicazione: esitazioni, interruzioni, lunghe pause, sostituzioni di parole. Per curare la balbuzie c’è bisogno di addestramento continuo e di un sistema che verifichi, in ogni momento, la correttezza della prestazione.

Questo fa Balbus: utilizzando i suoi strumenti avanzati con costanza; le esitazioni, le interruzioni, le lunghe pause, la sostituzione di parole diventeranno meno frequenti fino quasi a scomparire.

L’esercizio continuo produrrà infatti un over-learning che automatizzerà l’apprendimento del nuovo modo di parlare: quello fluente.

Questo potentissimo strumento è stato pensato e realizzato sia per la fruizione personale del paziente, non senza tener conto dei vantaggi che ne potrebbero derivare dall’uso con un logopedista, psicologo, foniatra, otorino, neuropsichiatra infantile; sia per tali professionisti che possono curare la balbuzie dei propri pazienti servendosi di questo innovativo software.

Strumenti e tecnologie

Riconoscimento vocale

Balbus include un motore di riconoscimento vocale che permette di controllare la corretta pronuncia in caso di lettura di brani. Il sistema è in grado anche di eseguire la trascrizione del discorso in caso di conversazione libera.

Lettura brano o conversazione libera

Balbus contiene brani per la lettura che vengono aggiornati continuamente.
Tramite gli esercizi eseguiti in conversazione libera, Balbus permette anche di esercitarsi leggendo qualsiasi testo di qualsiasi interesse sia in formato cartaceo che direttamente dal pc.

Registrazione esercitazione

Tutte le esercitazioni vengono registrate per permettere il riascolto della sessione; è anche possibile scaricare la traccia audio sul computer.

Statistiche di riepilogo

Alla fine di ogni esercitazione sarà possibile visualizzare e stampare un report completo contenente tutte le informazioni raccolte durante lo svolgimento dell’esercizio.
Ogni report è specifico per il tipo di esercizio svolto e le informazioni vengono salvate nel profilo personale per permettere di avere sempre a disposizione i dati di tutte le esercitazioni precedenti e monitorare i miglioramenti nel tempo.

Esercizi del Balbus

Lettura temporizzata

Il primo esercizio di Balbus consiste nella lettura di un brano, parola per parola. Il testo è visualizzato utilizzando la tecnica del mascheramento laterale, si rende leggibile solo la parola corrente, oscurando il resto del testo.
La velocità di lettura sarà scandita dal parametro “Frequenza lettura” che è possibile personalizzare ad ogni esercitazione, permettendo di regolare la velocità di fluenza verbale.

Biofeedback vocale

Sia che si scelga di leggere un brano predefinito, oppure di tenere una conversazione libera, l’obiettivo di questo esercizio è quello di non superare un volume massimo, espresso in decibel, durante l’eloquio.
La visualizzazione grafica in tempo reale della voce e un feedback sonoro permetteranno di capire istantaneamente se si è superato il volume massimo consentito permettendo di rimodulare la voce.

Feedback Uditivo Ritardato – F.U.R.

Il F.U.R. permette di riascoltare in cuffia la propria voce con un ritardo scelto ad inizio esercitazione. Facendo coincidere l’emissione vocale con quella del F.U.R., prolungando le sillabe, il paziente imparerà a rallentare la velocità dell’eloquio.

Metronomo

In Balbus è presente un metronomo che scandisce il tempo attraverso il numero di battute al minuto.
L’esercizio prevede di pronunciare una – ed una sola parola – seguendo il ritmo scelto.

Mascheramento biauricolare

Il Mascheramento biauricolare consiste nella riproduzione costante in cuffia di un rumore a banda larga attraverso il quale sarà impossibile ascoltare la propria voce mentre si parla o si legge ad alta voce.

 

10 motivi per lavorare con Balbus

  1. Balbus permette al professionista di monitorare le prestazioni, i risultati e i progressi del paziente sia in ambulatorio sia nel lavoro svolto a casa e di avere lo storico di ogni esercitazione
  2. Offre al paziente un feedback puntuale sulla propria emissione verbale, permettendogli di capire prontamente le caratteristiche del proprio eloquio, incrementando l’autostima e l’autoefficacia (soprattutto nei pazienti più piccoli, nei quali aumenta fortemente la sensazione di efficacia)
  3. Permette più facilmente e più velocemente l’acquisizione del processo di autoregolazione della fluenza
  4. Rende facile e intuibile il percorso e l’obiettivo terapeutico non solo per il professionista ma anche per il paziente, che si sentirà più motivato nell’intraprendere e terminare il percorso
  5. Favorisce l’acquisizione di un modello adeguato di emissione verbale, controllando l’eloquio ed interrompendo il vecchio modello disfunzionale tramite feedback immediati
  6. Rende più motivante l’esercizio da svolgere a casa
  7. Balbus permette al professionista di lavorare in parallelo su più aspetti legati alla balbuzie del paziente. Il professionista può approfondire le variabili correlate alla disfluenza ed affidare al Balbus lo sviluppo e l’acquisizione di una maggiore regolarità sul ritmo dell’eloquio
  8. Le esercitazioni in modalità Conversazione libera permettono al professionista di far esercitare i propri pazienti con dei brani preferiti
  9. Possibilità di salvare e riascoltare le esercitazioni dei pazienti
  10. L’evoluzione delle tecnologie, poste al servizio medico, dà la possibilità a ogni specialista, logopedista, psicologo, foniatra, otorino, neuropsichiatra infantile di monitorare il lavoro del proprio paziente. Balbus, software riabilitativo totalmente innovativo, permette di essere usato sia come strumento esclusivo per la cura della balbuzie, sia come coadiuvante durante la terapia

CURA LA BALBUZIE CON BALBUS