L’elettromiografia come strumento per lo studio delle malattie del Sistema Nervoso Periferico

L’Elettromiografia (EMG) è un esame strumentale e funzionale utile per lo studio delle malattie del Sistema Nervoso Periferico e dei suoi muscoli, per localizzare la sede della lesione e stabilire la gravità ed il decorso della malattia.

Per informazioni o prenotazioni del servizio di Elettromiografia

SERVIZI

Cos’è l’elettromiografia e quando si applica agli arti superiori

È indicata nello studio della sindrome del tunnel carpale, nella compressione del nervo ulnare, al polso o al gomito, nelle lesioni del nervo radiale, nello studio del danno radicolare da ernie cervicali e nel processo diagnostico di malattie neurologiche che coinvolgono in maniera diffusa i nervi e i muscoli dell’organismo. L’esame dura circa 30 minuti e può interessare entrambi gli arti o l’arto interessato.

Elettromiografia arti inferiori

È indicata per la valutazione di eventuali patologie a carico dei nervi periferici e dei muscoli scheletrici. Durante l’esame viene chiesto di sdraiarsi sul lettino. Mediante l’applicazione di elettrodi o aghi, posizionati in vari punti degli arti inferiori, a seconda dei sintomi avvertiti, si procede alla registrazione dell’attività elettrica del muscolo interessato in fase di riposo e durante una leggera contrazione. Ha durata di circa 15-20 minuti.

L’apparecchiatura ecografica è composta di un computer con una consolle di comando, un monitor e dei trasduttori denominati sonde, diversi secondo la struttura o dell’organo da esaminare.

Esame elettromiografico: in cosa consiste

  • Per lo studio elettroneurografico (ENG) vengono utilizzati elettrodi di superficie (dischetti adesivi, ad es.) che registrano i segnali elettrici ottenuti stimolando elettricamente le fibre nervose.
  • Per l’elettromiografia (EMG) propriamente detta vengono, invece, utilizzati degli elettrodi ad ago concentrico monouso, che registrano l’attività del muscolo in cui vengono inseriti.

Elettromiografia Roma, Lecce, Maglie: i migliori centri

Nei nostri centri specializzati e all’avanguardia di Roma, Lecce e Maglie potrai trovare professionisti in grado di rispondere al meglio alle tue esigenze.

L’Elettromiografia è dolorosa?

Non è un esame molto invasivo, tuttavia, può risultare leggermente fastidioso per chi è particolarmente suscettibile all’ago. Se si utilizzano gli elettrodi in superficie, si avverte una leggera conduzione elettrica. Se invece si utilizza l’ago, si percepiscono la sensazione della puntura e la corrente. Pertanto, questo esame strumentale non può essere considerato doloroso.

Elettromiografia per il tunnel carpale

Esame diagnostico specifico mediante il quale si valuta l’eventuale condizione patologica in cui il nervo mediano è compresso e sofferente a livello del canale del carpo (polso). Il nervo mediano è responsabile della conduzione degli impulsi elettrici che consentono la sensibilità dolorifica, tattile, vibratoria e la capacità motoria di parte della mano.

Richiedi informazioni sul servizio di Elettromiografia

Per avere informazioni sul servizio di Elettromiografia o per richiedere una prenotazione, seleziona una delle sedi qui sotto dove il servizio è disponibile e scegli se contattarci telefonicamente o via email

Elettromiografia a Roma

Come raggiungerci

Elettromiografia a Lecce

Come raggiungerci

Elettromiografia a Maglie

Come raggiungerci