Logo Istituto Santa Chiara

Unità di medicina digitale

Istituto Santa Chiara, già prima della pandemia da Covid-19, ha portato avanti la sua personale visione della sanità che preveda e prevede una progressiva e rapida adozione di strumenti digitali per alcune aree della cura delle malattie.

Dapprima il processo era lento e marginale, la necessità durante la pandemia ha reso però necessario, e ha quindi incrementato, la richiesta di adozione di mezzi digitali per ottenere assistenza medica.

Già dal 2019 Istituto Santa Chiara ha reso reale questa esigenza costituendo la sua startup innovativa, One Health Vision, che si occupa di sviluppare e commercializzare applicazioni e strumenti di supporto all’unità di medicina digitale.

Così, presso Istituto Santa Chiara, si è adottata la telemedicina applicata all’ambito sanitario, insieme al telemonitoraggio e anche alla cybersecurity, per garantire la sicurezza dei dati.

L’unità operativa di One Health Vision, insieme allo staff sanitario specialistico di Istituto Santa Chiara, ha dato vita ad applicazioni riabilitative di grande utilità e grande impatto sia per le famiglie, che per gli specialisti, che -e soprattutto- per i pazienti.

APPLICAZIONI SVILUPPATE

Balbus

Destinatari

Pazienti affetti da balbuzie.

Breve descrizione

Balbus è un Dispositivo Medico CE – Classe I. Si configura come un programma online volto al trattamento della fluenza verbale.
L’immediato feedback fornisce alla persona un riscontro continuo sulla prestazione effettuata in modo che possa correggersi e andare incontro all’automatizzazione del processo comunicativo che risulterà, quindi, fluente.
La balbuzie, oltre a essere caratterizzata da alterazioni della normale fluenza dell’eloquio, è mantenuta da variabili psicologiche intervenienti: la persona sviluppa logofobia, cioè una vera e propria paura di parlare. Il timore di parlare male, di balbettare, di sbagliare accresce l’ansia che compromette l’intelligibilità della comunicazione interpersonale.
Grazie al training costante e intensivo la persona balbuziente si sperimenta in una nuova modalità comunicativa, approdando a un’immagine di sé come capace e all’altezza.

Innovatività

Balbus presenta al suo interno una serie di esercizi che hanno l’obiettivo di trattare la funzione compromessa. La persona è portata a modificare le sue abitudini linguistiche disfunzionali a favore dell’apprendimento di nuove modalità comunicative.

I punti di forza che rendono Balbus uno strumento imprescindibile per il trattamento della balbuzie sono:

  • La lettura temporizzata con riconoscimento vocale che allena la persona a leggere lentamente, disapprendendo una pronuncia precipitosa e concitata
  • Il biofeedback vocale che, tramite la registrazione della propria voce, permette alla persona di esercitare maggior controllo sulla fluenza verbale
  • Il feedback uditivo ritardato che consente al balbuziente di rallentare la velocità del suo eloquio
  • Il metronomo che è uno strumento che conferisce sincronia all’eloquio in virtù della disarmonia tipica dei gruppi muscolari addetti alla respirazione, alla fonazione e all’articolazione
  • Il mascheramento biauricolare che prevede l’emissione di un rumore a banda larga che impedisce alla persona di ascoltarsi mentre parla. La persona balbuziente, infatti, quando non ascolta la propria voce parla in modo più fluente. Si raggiunge così un miglioramento dell’intelligibilità dell’eloquio

Leggo Facile

Destinatari

Pazienti con diagnosi di dislessia (Disturbi Specifici dell’Apprendimento – DSA).

Breve descrizione

Leggo Facile nasce dall’esigenza clinica di sviluppare training lessicali di tipo domiciliare che siano contemporaneamente fruibili dal clinico, dai genitori e dai caregiver. La piattaforma online per il trattamento della dislessia è basata sui trattamenti di tipo lessicale. Consente la velocizzazione del processo di lettura e la sua automatizzazione attraverso il riconoscimento rapido di sillabe e lettere che costituiscono le sub-componenti delle parole. Lo strumento costituisce uno strumento di stimolo delle abilità globali.

Innovatività

I punti di forza che conferiscono alla piattaforma il suo valore terapeutico sono:

  • Dinamicità del parametro “Frequenza di lettura”
    Questo indica la velocità di lettura di una parola misurata in sillabe per secondo. Inserendo l’anno scolastico frequentato, infatti, Leggo Facile calibra automaticamente il parametro in base all’andamento delle esercitazioni svolte. Questo parametro è dinamico perché si adatta alla frequenza, in particolare se la lettura ha dei miglioramenti, la velocità aumenta, in caso contrario, diminuisce, in modo da permettere un training più intensivo
  • Personalizzazione dei brani da leggere
    Oltre ai brani già presenti è possibile inserire e leggere brani personali, come un libro preferito o un trafiletto di un giornale
  • Accurato riconoscimento vocale
    Riconosce e segnala l’errore di lettura
  • Mascheramento laterale del testo
    Permette, nelle fasi iniziali del training, di visualizzare solo la parola corrente oscurando il resto del brano. Ciò in ragione dell’effetto crowding generalmente sperimentato dalle persone affette da dislessia
  • Programma di rinforzo continuo o casuale
    Utile a rinforzare le nuove acquisizioni e stabilizzare nel tempo i risultati raggiunti
  • Ruolo di autonomia nel programma riabilitativo
    Il lavoro può essere svolto in autonomia ed è possibile esercitarsi presso il proprio domicilio e in base alle proprie esigenze o disponibilità orarie. È importante garantire una continuità di trattamento, è indispensabile effettuare il training 2 volte al giorno, per almeno 30 minuti e 7 giorni su 7, quindi ogni giorno in modo da diminuire i tempi riabilitativi e massimizzare e stabilizzare i progressi ottenuti
  • Monitoraggio dei progressi
    Il monitoraggio è costante e immediato, grazie ai report riepilogativi generati alla fine di ogni esercitazione svolta. I report illustrano il numero di sillabe e parole lette, il numero di errori, la frequenza di lettura finale e iniziale, la durata dell’esercitazione e un grafico che visualizza l’esito di ogni lettura e l’obiettivo di frequenza da raggiungere in base al parametro classe
  • Protocollo riabilitativo e supporto dei clinici di Istituto Santa Chiara
  • Telemonitoraggio da parte del professionista
    Il professionista può collegarsi in qualsiasi momento alla piattaforma e supervisionare il lavoro svolto dall’Utente. Ciò garantisce la continuità del trattamento di cui rimane traccia visibile

Scrivo Bene

Destinatari

Pazienti con diagnosi di disortografia (Disturbi Specifici dell’Apprendimento – DSA).

Breve descrizione

Il software mira al trattamento del processo di scrittura ortografica, in particolare, permette il training delle difficoltà relative alla conversione fonema-grafema e a quelle del recupero di una parola dal lessico ortografico.
L’obiettivo è di stimolare le componenti del sistema fonologico, fino a giungere alla fase di scrittura delle parole attraverso il recupero del loro significato dal magazzino lessicale.
Il metodo si basa sul potenziamento della competenza ortografica, tramite l’acquisizione della consapevolezza fonemica.
Scrivo bene si presta efficacemente sia all’utilizzo ambulatoriale da parte del professionista che all’utilizzo domiciliare autonomo o in affiancamento con il genitore.

Innovatività

Affinché possa esserci un cambiamento è fondamentale che la mappa mentale relativa alla rappresentazione mnestica della sequenza di grafemi subisca un’interruzione proprio nell’esatto momento in cui avviene l’errore.
Grazie al software si può interrompere la sequenzialità dei grafemi acquisiti e immagazzinati in maniera errata, in modo da permettere una modifica della traccia mnestica relativa alla stessa stringa.

Ciò permette di sovrascrivere il nuovo apprendimento sulla precedente traccia errata e di stabilizzare nel tempo la nuova acquisizione corretta, cosa che non accadrebbe con una correzione o modifica della traccia differita nel tempo.

Gli esercizi proposti perseguono i seguenti obiettivi:

  • Discriminazione dei grafemi che compongono le parole attraverso il processamento di informazioni visuo-spaziali, imprimere in memoria la sequenza e scrivere le parole correttamente
  • Discriminazione delle componenti fonologiche che dovranno essere convertite in grafemi scritti correttamente
  • Riconoscimento dei suoni per sviluppare la consapevolezza fonemica
  • Decisione lessicale utile all’acquisizione della consapevolezza dell’errore e l’apprendimento di un controllo dei processi automatici di scrittura
  • Potenziamento dello sviluppo della consapevolezza ortografica tramite l’identificazione degli errori contenuti nelle parole stimolo

VoysAnalysis

Destinatari

Pazienti affetti da disturbo fonologico (età evolutiva) e disartria (adulti).

Breve descrizione

VoysAnalysis è un software riabilitativo che promuove la riabilitazione delle funzioni linguistiche compromesse in modo efficace e in breve tempo.
L’obiettivo è quello di offrire tutti gli strumenti affinché la persona possa migliorare e perfezionare la sua accuratezza fonologica e fono-articolatoria.

Innovatività

Il punto di forza e innovativo del software è la rilevazione, anche infinitesimale, dell’errore di pronuncia. Lo speciale algoritmo di riconoscimento vocale, implementato per la prima volta dal gruppo di ricerca dalla startup innovativa One Health Vision, è stato appositamente studiato per individuare in maniera puntuale l’errore di pronuncia.

Il training con il software riabilitativo VoysAnalysis prevede l’emissione di un puntuale feedback prestazionale che porta la persona a correggersi e migliorare l’accuratezza della propria performance comunicativa. La soglia target di buona accuratezza è stata fissata al 55%, soglia che definisce una conversazione come chiara e intelligibile.

L’innovativo software calcola automaticamente l’accuratezza con cui la persona ha pronunciato la parola, individuando il valore in percentuale della stessa, permettendo di avere contezza reale dell’abilità in trattamento.

E altre applicazioni sono in via di sviluppo e/o in fase di commercializzazione.

RESPONSABILI UNITÀ DI MEDICINA DIGITALE

Dott. Vincenzo Ciccarese

Dott. Vincenzo Ciccarese

  • Psicologo e psicoterapeuta
  • Cofondatore di Istituto Santa Chiara
  • Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia di Istituto Santa Chiara di Lecce e Roma
  • Amministratore di One Health Vision, startup innovativa spin-off di Istituto Santa Chiara
Dott. Antonio Leo

Dott. Antonio Leo

  • Neurologo
  • Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale
  • Direttore sanitario della sede di Lecce di Istituto Santa Chiara
  • Vicedirettore e docente della scuola di specializzazione in psicoterapia di Istituto Santa Chiara di Roma
  • Direttore clinico di One Health Vision, startup innovativa spin-off di Istituto Santa Chiara