La sede di Roma di Istituto Santa Chiara si arricchisce di un importante servizio: la neurofisiologia clinica.

Di seguito i servizi presso la sede di Roma:

Elettroencefalogramma (EEG)

L’elettroencefalogramma è in grado di registrare le anomalie dell’attività elettrica che caratterizzano determinate malattie dell’encefalo.

È la registrazione non invasiva dell’attività elettrica dell’encefalo tramite elettrodi esterni. L’attività elettrica rilevata viene rappresentata da una serie di onde riprodotte su uno schermo e poi stampate su carta o trasferite su un supporto elettronico.

Elettromiografia (EMG)

È un esame diagnostico che permette di studiare come i motoneuroni (cellule che hanno origine nel sistema nervoso centrale. La loro funzione è quella di condurre i segnali nervosi che controllano, direttamente o indirettamente, i muscoli e i movimenti dei muscoli) di una determinata area del corpo interagiscono con i muscoli a loro connessi.

In genere, viene praticata quando un individuo lamenta formicolio, intorpidimento, debolezza muscolare, crampi, spasmi o paralisi in un particolare distretto anatomico.

Per eseguire un’elettromiografia occorrono degli elettrodi di superficie, degli agoelettrodi e un apparecchio registratore, chiamato elettromiografo.

Procedura a basso rischio, l’elettromiografia è controindicata alle persone con un pacemaker o un defibrillatore cardioverter impiantabile, e a coloro che soffrono di emofilia o linfedema.

L’esame può avere una durata variabile dai 30 ai 60 minuti.

Polisonnografia

La Polisonnografia è un test diagnostico a cui si sottopongono gli individui con disturbi del sonno.

Durante la notte, mentre il paziente dorme, una particolare strumentazione rileva e registra alcuni parametri fisiologici fondamentali, come l’attività cerebrale, la respirazione, i livelli di ossigeno ecc.

In base a come tali parametri evolvono durante la nottata, un medico specializzato in malattie del sonno è in grado di stabilire il disturbo di cui soffre l’individuo sotto esame.

Ecocolor doppler TSA

L’Ecocolor doppler vascolare è una metodica diagnostica ecografica che permette la visualizzazione dei principali vasi encefalici, associando ad una semplice ecografia, l’ausilio della tecnica color e la tecnica doppler. La terminologia TSA indica le arterie carotidi, succlavie e vertebrali.

Si tratta di un esame ecografico in grado di valutare gli aspetti morfo-funzionali ovvero anatomia, decorso e/o tortuosità dei vasi. Inoltre permette di valutare la presenza di placche aterosclerotiche in grado di determinare o meno una stenosi o in alcuni casi importanti occlusioni vasali.

Durante un Ecocolor doppler TSA, il paziente viene collocato su un lettino in posizione supina con il collo e il capo ben estesi rivolti all’operatore che siede all’estremità. Con una sonda inclinata correttamente si seguono i vasi del collo da esaminare con l’intermezzo di un gel.

Ecodoppler Transcranico

L’Ecodoppler Transcranico (TCD) è un sistema di diagnostica medica non invasiva per l’accertamento di disfunzioni vascolari cerebrali, basato su una tecnologia che utilizza un apparato ad ultrasuoni.

Questa tecnica prevede l’utilizzo di sonde ad ultrasuoni appoggiate alle tempie e si basa sulla ricerca di micro bolle di aria che, miscelate a soluzione fisiologica, vengono iniettate in vena a livello di un arto.

Chi esegue l’esame

Il dott. Vinci, neurologo presso Istituto Santa Chiara di Lecce e Roma

  • Laureato in medicina con lode alla Sapienza di Roma
  • Presidente della sezione giovani neurologi della SIN (2003-2005)
  • Specializzato in neurologia con una tesi sulla neuroestetica (la prima in Italia)
  • Dottore di ricerca in Esplorazione funzionale, metabolica e morfologica del sistema nervoso e degli organi di senso – Università di Pisa presso la scuola di dottorato “G. Moruzzi”
  • Master in Scienze e Tecnologie per la Riabilitaizone Neurobiologica
  • Relatore al congresso mondiale di Musicoterapia di Brescia
  • Dirigente medico psichiatra a tempo indeterminato DSM, ASL Brindisi, in extramoenia
  • Pubblica insieme al Nobel Dario Fo “Telling about the stolen mind” nel 2015, sulla malattia di Alzheimer
  • Autore di 3 libri e numerose pubblicazioni

Contattaci per informazioni sui servizi e appuntamenti: